Festa della Mamma: i tre consigli di Sendcloud per un rapporto sereno tra rivenditori, clienti e corrieri

La mamma è la mamma, e i festeggiamenti di persona quest’anno non mancheranno, dopo due anni di pandemia. Quale modo migliore per celebrare questo giorno, se non con un regalo amorevolmente consegnato?

Per l’occasione, Rob van den Heuvel, Co-founder e CEO Sendcloud e grande esperto di spedizioni, distribuisce ai piccoli/medi retailer alcuni consigli “materni” per assicurarsi spedizioni sempre più efficienti e in linea con le preferenze del consumatore ed evitare così fastidiosi problemi di consegna, rendendo questa giornata davvero indimenticabile.

  1. Offrire opzioni di consegna flessibili

Non esiste nulla di peggio per un rivenditore di un tentativo di consegna a vuoto perché il destinatario non è a casa: i pacchi vengono restituiti a un punto di raccolta o addirittura rimandati al mittente, il che provoca una frustrante perdita di tempo sia per i clienti che per i rivenditori. Se i retailer fossero in grado di offrire al cliente opzioni di spedizione flessibili, sarebbe possibile aumentare i tentativi di consegna e incrementare la soddisfazione del cliente. Un altro step utile sarebbe consentire ai clienti di scegliere le modalità di consegna in autonomia, o permettere loro di indicare i depositi e punti di ritiro preferiti per garantire che anche il primo tentativo di consegna vada in porto. Si tratta di un metodo di spedizione non solo vantaggioso per il cliente, ma anche più economico per il rivenditore, che può sgravarsi della tensione sulla rete di pacchi, e per il corriere, che vede semplificata la sua attività durante la festa della mamma.

  1. Non mettere tutti i piedi in una scarpa


Sappiamo per esperienza che molti ordini online per la festa della mamma arriveranno all’ultimo secondo, ponendo un pesante fardello sui servizi di consegna il giorno dell’acquisto e quello successivo, in un momento in cui i retailer si troveranno di fronte a arretrato in continua crescita. La risposta corretta è quella di distribuire le loro opzioni di consegna tra più corrieri, offrendo maggiore flessibilità e contribuendo così a ridurre eventuali problemi di consegna. In questo modo potranno mantenere i clienti (e le loro mamme) felici! Anche se interfacciarsi con un solo corriere potrebbe sembrare sempre più conveniente, i rivenditori stanno così solo limitando le loro opzioni, soprattutto se cercano di espandersi e spedire pacchi a livello internazionale.

  1. Mantenere i clienti aggiornati in ogni fase del processo

Non è solo il magazzino del rivenditore a risentire del periodo di punta, ma anche il servizio clienti spesso sommerso di richieste. Per evitare al team di supporto il lavoro oneroso del tracciamento, perché non fornire ai clienti la possibilità di controllare lo stato dei pacchi in autonomia, ogni volta che lo desiderano? Automatizzando gli aggiornamenti di tracciamento, i retailer potranno anche assicurarsi che i clienti ricevano aggiornamenti in tempo reale nel caso in cui le spedizioni siano in ritardo. Una comunicazione chiara e accurata è davvero importante per mantenere i consumatori felici in un giorno importante come questo.

Grazie a suo marketplace integrato, flessibile e automatizzato, Sendcloud fornisce le soluzioni più adatte a ogni tipo di business, garantendo spedizioni efficienti e clienti soddisfatti 365 giorni l’anno.

Focus Ecommerce ON

Notizie correlate