Indagine idealo: sta iniziando a calare l’interesse per i dispositivi smart?

Indagine idealo: sta iniziando a calare l’interesse per i dispositivi smart?

Secondo una recente indagine Doxa per Samsung, il 62% degli intervistati dichiara che – dovendo cambiare casa – vorrebbe vivere in una casa connessa. È quasi la metà del campione coinvolto (45%) a volersi dotare di soluzioni e dispositivi che rendano la propria abitazione interattiva; un dato in aumento del +10% rispetto al 2019.

idealo – portale internazionale leader in Europa nella comparazione prezzi – ha voluto verificare se anche il comparto online stia continuando a registrare un incremento di interesse nel settore smart home o meno.

In realtà, rispetto allo scorso anno le ricerche online per questa tipologia di prodotti sembrano essere leggermente calate (-9%). Ciononostante, secondo idealo, nel corso degli ultimi 12 mesi gli elettrodomestici smart hanno fatto registrare un forte aumento di interesse, riscontrabile principalmente in frigoriferi e lavatrici. Queste ultime risultano le più desiderate tra tutti i prodotti smart, registrando anche una crescita di interesse del +28% rispetto allo scorso anno. 

L’indagine idealo evidenzia come a crescere siano principalmente gli accessori smart che segnano un contributo sui temi della sicurezza personale e dell’efficienza energetica. Quest’anno, infatti, si è registrato un vero e proprio boom per i rilevatori di movimento wireless Smart Home (oltre il +200% rispetto al 2021), per i radiatori smart (+176%) e per gli interruttori smart (+44%). Sembra stiano perdendo appeal, invece, i display smart che hanno fatto registrare un calo di interesse del -27%.

Ciò che, d’altro canto, si evidenzia all’interno dell’intera categoria è che nel corso dell’ultimo anno i prezzi online per questa tipologia di dispositivi sono calati in modo significativo. In media l’intera categoria ha fatto registrare una diminuzione dei prezzi di circa il -7%: più in dettaglio, i rilevatori di presenza smart home sono arrivati a costare oltre il -67%, le bilance smart circa il -23%, gli smart display – invece – quasi il -18%.

Di pari passo, è cresciuta la possibilità di risparmiare acquistando questi prodotti attraverso i canali digitali: chi ha acquistato un frigorifero smart ha potuto risparmiare fino a 140 euro, con un radiatore smart o uno smart home hub i risparmi sono arrivati a 130 euro, con una lavatrice smart fino a 82 euro e con uno smart soundbar oltre a 50 euro. In totale, si tratterebbe di un “tesoretto” di quasi 1000 euro per chi volesse creare una casa connessa da zero.

Interessante notare come, secondo idealo, tra gli smart display più desiderati le prime due posizioni siano occupate da Nest Hub di Google (rispettivamente seconda e prima generazione), mentre dal terzo al quinto posto si posizionano i differenti modelli di Echo Show di Amazon.

Infine, tra le 10 smart tv più cercate nel corso dell’ultimo anno, 5 modelli fanno capo a LG Electronics e 3 a Samsung, anche se il primo posto in assoluto resta di Xiaomi con il suo Mi Smart TV 4A da 32 pollici.

“I consumatori italiani hanno iniziato a comprendere come i dispositivi smart possano essere di reale supporto alla propria quotidianità. Forse anche per questo a crescere quest’anno è stata la richiesta di quei dispositivi a supporto dell’efficienza energetica e della sicurezza più che quelli di mero intrattenimento ha commentato Antonio Pilello, responsabile della comunicazione di idealo per l’ItaliaChe si cerchino gli uni o gli altri, si tratta di un periodo particolarmente propizio per poterli acquistare online assicurandosi copiosi risparmi, fino a 1000 € in meno per una nuova Smart Home. Per questo, ancora una volta, la comparazione prezzi rappresenta il miglior alleato quando si fanno acquisti online.”

Digiqole ad

Redazione

Articoli che potrebbero interessarti