Un packaging per l’industria cosmetica senza microplastiche inquinanti: pura magia!

Un packaging per l’industria cosmetica senza microplastiche inquinanti: pura magia!

Sulapac ha lanciato un prodotto rivoluzionario che permetterà di confezionare le emulsioni cosmetiche utilizzando una barriera a base biologica capace di biodegradarsi senza lasciare microplastiche permanenti 

L’industria cosmetica e dei prodotti per la cura della persona registra un valore complessivo di oltre 500 miliardi di dollari l’anno e si prevede una crescita annuale del 4.75%. Questo ha aperto la strada alla ricerca di nuove soluzioni di imballaggio sostenibili. Sebbene circa il 90% del settore cosmetico consista di emulsioni a base acquosa, non esisteva ancora un materiale alternativo in grado di biodegradarsi senza lasciare microplastiche permanenti. Ci ha pensato Sulapac, realizzando un prodotto all’altezza delle aspettative, ora in corso di brevetto.

Oltre ad essere del tutto sostenibile, la barriera Sulapac soddisfa gli standard di qualità dell’industria, e i test di valutazione hanno dato risultati eccellenti.

 “Sono felice di annunciare che siamo riusciti a realizzare una barriera sostenibile adatta a prodotti a base acquosa! Il processo di sviluppo e le rigorose procedure di prova hanno richiesto più tempo del previsto, ma adesso è finalmente ufficiale. Siamo lieti di poter offrire, insieme ai leader del settore come il nostro Preferred Partner per la cosmetica Quadpack, una soluzione rivoluzionaria ai nostri clienti,” commenta Dr. Suvi Haimi, CEO e co-founder di Sulapac.

Come se non bastasse, Sulapac ha annunciato la produzione di un nuovo materiale flessibile, dall’eccellente resistenza agli urti, studiato per contenitori a pareti sottili. Studi di progettazione ecocompatibile hanno dimostrato che il materiale ha una bassa impronta di carbonio, è realizzato con materie prime biodegradabili, è economicamente vantaggioso ed è adatto a una produzione su larga scala. Accoppiato con la barriera Sulapac, viene proposto dai partner di fiducia in un’interessante gamma di contenitori in diversi formati per cosmetici a base di olio o di acqua. Viene fornita assistenza durante il processo di produzione, garantendo soluzioni chiavi in mano. 

 “La nuova barriera progettata e realizzata da Sulapac ci permette di continuare ad offrire soluzioni sostenibili innovative che soddisfano e superano le sempre più crescenti esigenze del mercato. Quadpack è felice di poter fornire al settore della cosmetica soluzioni tecnologicamente all’avanguardia ed una gamma eccezionale di prodotti Sulapac®,” afferma Pierre-Antoine Henry, Head of Categories di Quadpack, Preferred Partner per la cosmetica di Sulapac. 

Sulapac ha reso particolarmente semplice il passaggio dall’utilizzo della plastica tradizionale al nuovo materiale. Il prodotto può essere fabbricato in serie attraverso l’impiego di macchinari esistenti per la produzione della plastica, ed il suo aspetto naturale e la sua gradevolezza al tatto lo rendono unico. È bello, funzionale e sostenibile, così come la natura stessa. 

Al momento, il compostaggio industriale rappresenta la soluzione ideale per il riciclo dei prodotti in Sulapac. È un materiale in grado di biodegradarsi senza lasciare microplastiche permanenti. Anche il riciclo meccanico e chimico costituiscono valide alternative, e Sulapac sta sviluppando un sistema a circuito chiuso. Il programma pilota di Take Back verrà lanciato a breve.

Sulapac è alla ricerca di nuovi pionieri nel settore cosmetico pronti ad unirsi alla sua battaglia per salvare il pianeta dall’inquinamento da plastica.    

Digiqole ad
Maria Shadey Piardi

Maria Shadey Piardi

Content Specialist | Beauty Enthusiast

Articoli che potrebbero interessarti