Amazon sorpassa le aspettative nel Q2: pubblicità in crescita del 22% e utili eccezionali

Il colosso dell’e-commerce Amazon, realtà di primaria importanza a livello globale, ha superato le stime di mercato nel secondo trimestre dell’anno, rafforzando la propria posizione nel panorama delle Big Tech. I risultati riportati indicano una crescita del 22% nel business pubblicitario, con un valore raggiunto di 10,68 miliardi di dollari.

In un periodo in cui il mercato della pubblicità digitale aveva subito una frenata a causa della recessione economica, diverse aziende tech, tra cui Meta e Alphabet, hanno registrato un incremento nei ricavi pubblicitari nel secondo trimestre, rispetto ai mesi precedenti.

Nessuna di esse, tuttavia, ha conseguito un aumento così significativo come quello annunciato da Amazon. Un risultato che segue una serie di trimestri positivi, inclusi i risultati del 2022 e del primo trimestre del 2023. Tale crescita, costante e regolare, ha permesso ad Amazon di guadagnare quote di mercato, avvicinandosi alle prime posizioni nel settore.

Il merito? La stessa azienda attribuisce le notevoli performance nell’ambito della pubblicità all’implementazione di avanzati modelli di apprendimento automatico (machine learning) e soluzioni tecnologiche innovative. Strumenti che hanno consentito agli inserzionisti di raggiungere il loro pubblico di riferimento in modo più efficiente, ottimizzando al contempo i costi.

Performance superiori e crescita in doppia cifra

Come appena anticipato, la pubblicità si è rivelata uno dei fattori chiave che ha contribuito al superamento delle stime di mercato e alla crescita a doppia cifra percentuale nel trimestre. I risultati finanziari riportano un utile netto di 6,7 miliardi di dollari, pari a 65 centesimi per azione, su ricavi totali di 134,4 miliardi di dollari (+11%). Cifre che hanno perfino superato le aspettative degli analisti.

Nel confronto con lo stesso periodo del 2022, in cui l’azienda aveva registrato una perdita netta di 2 miliardi di dollari (20 centesimi per azione), tali risultati indicano un notevole miglioramento. Non a caso, il titolo azionario di Amazon è aumentato del 9% nelle contrattazioni after-hours di Wall Street.

Guardando al futuro, Amazon prevede un’ulteriore accelerazione nella crescita dei ricavi, specie per il terzo trimestre, con stime oscillanti tra i 138 e 143 miliardi di dollari. Tale previsione è supportata dalla performance eccezionale delle vendite registrate durante il Prime Day di luglio negli Stati Uniti, che ha generato ricavi record, pari a 12,7 miliardi di dollari. Non a caso, a spingere i ricavi del colosso condotto da Jeff Bezos è proprio il commercio elettronico.

L’unico dato meno entusiasmante? Riguarda Amazon Web Service (AWS), divisione che fornisce servizi cloud. Anch’essa è cresciuta, anche se in modo meno marcato rispetto agli anni precedenti. In ogni caso, continua a contribuire in modo significativo ai profitti operativi dell’azienda, rappresentando il 70% degli utili complessivi di 7,7 miliardi di dollari.

Eventi e Report

Focus Ecommerce ON

Notizie correlate