America Buys Italian 2023: grande successo per la seconda edizione dell’evento organizzato dalla Italy-America Chamber of Commerce (IACC) ed ExportUSA

Oltre 250 referenti di 6 catene di supermercati americani e di 73 aziende provenienti da tutta Italia sono stati coinvolti in quasi 300 incontri in due giorni per far conoscere le eccellenze italiane ai consumatori americani

Si è recentemente conclusa la seconda edizione di America Buys Italian 2023, l’evento internazionale organizzato dalla Italy-America Chamber of Commerce (IACC) e da ExportUSA che ha portato, nel nostro paese, amministratori delegati e manager delle più importanti catene di supermercati indipendenti negli Stati Uniti.

“Anche questa seconda edizione di America Buys Italian – racconta Federico Tozzi, Executive Director della Italy-America Chamber of Commerce (IACC) – è stata un grande successo:250 referenti di 6 catene di supermercati indipendenti americani e di 73 aziende provenienti da tutta Italia sono stati coinvolti in quasi 300 incontri di business. Un’occasione davvero importante per capire cosa cercano i consumatori americani, come far emergere le eccellenze del nostro paese e come distribuire, al meglio, i prodotti in alcune delle catene di supermercati più importanti degli Stati Uniti”.

Tra le catene che hanno partecipato ad America Buys Italian 2023 si annoverano: Wakefern (fondata nel 1946, ha un fatturato di 18.6 miliardi di USD ed è presente in New Jersey, New York, Connecticut, Pennsylvania, Delaware, Maryland, Massachusetts, New Hampshire e Rhode Island, con 362 punti vendita e 80.000 dipendenti), North State Grocery (fondata nel 1962, ha un fatturato di 220 milioni USD ed è presente in California e in Oregon con 23 punti vendita e 1.000 dipendenti), Lowes Foods (fondata nel 1954, ha un fatturato di 1.6 miliardi USD ed è presente in North Carolina, South Carolina e Virginia con 80 punti vendita e 8.000 dipendenti), Sendik’s Food Market (fondata nel 1926, ha un fatturato di 376 milioni USD ed è presente principalmente nella Greater Milwaukee area con 18 punti vendita e 2.000 dipendenti), Busch’s Fresh Food Market (fondata nel 1975, ha un fatturato di 300 milioni USD ed è presente principalmente nello stato del Michigan con 16 punti vendita e 1.400 dipendenti) e Buehler’s Fresh Foods (fondata nel 1924, ha un fatturato di oltre 382 milioni USD ed è presente nello stato dell’Ohio con 14 punti vendita e 2.100 dipendenti).

Gli Stati Uniti rappresentano una grandissima opportunità per le aziende italiane del settore Food & Beverage. Gli Stati Uniti sono il terzo mercato di destinazione delle merci italiane per esportazioni e il primo fuori dal continente Europeo; l’export verso gli USA rappresenta il 10% di tutti i prodotti targati Made in Italy, per un valore totale di circa 50 miliardi di euro. Il comparto food & beverage registra una crescita costante: +30% negli ultimi due anni e 3,12 miliardi di euro (fonte dati: Osservatorio Economico del Governo Italiano). Numeri che testimoniano quanto sia importante, per le imprese del nostro paese, guardare oltreoceano per allargare il proprio business.

“I consumatori americani – aggiunge Federico Tozzi – apprezzano moltissimo le specialità del nostro paese, ma avere il bollino Made in Italy non è più sufficiente per conquistare clienti sempre più esigenti ed attenti. Occasioni come America Buys Italian sono fondamentali per accorciare le distanze tra i due paesi, sia a livello di cultura sia a livello commerciale e per permettere alle aziende di entrare, con successo, in uno dei mercati più importanti e complessi al mondo. Anche fare networking di valore è fondamentale: per questo siamo onorati che Greg Ferrara, CEO e Presidente della National Grocers Association, una realtà con la quale abbiamo siglato una partnership che farà crescere, in maniera ancora più decisa, il business delle nostre aziende del settore food & beverage negli Stati Uniti, abbia partecipato a questa iniziativa. Nel mese di marzo 2024, inoltre, le imprese italiane potranno partecipare al NGA Show 2024, un’altra importantissima occasione per trovare nuove opportunità commerciali negli USA”.

Focus Ecommerce ON

Notizie correlate