Che cos’è Amazon? Un ecommerce. Ma anche un “aeroporto”

Che cos’è Amazon? Un ecommerce. Ma anche un “aeroporto”

Negli Stati Uniti i consumatori spendono i propri soldi online più su Amazon che su qualsiasi altra piattaforma. Gli ultimi dati, riferiti dal New York Times, confermano una posizione centrale del gigante dell’ecommerce sul mercato. Ma come è possibile tutto questo? Contano senz’altro l’efficienza del sito, la rapidità all’interno dei fulfillment center. Ma forse nulla di tutto questo sarebbe possibile senza gli aerei che la multinazionale ha a disposizione. In un recente articolo del Financial Times, è emerso che Amazon ha, soltanto negli USA, la forza e le risorse per organizzare 164 voli al giorno. Pochi mesi dopo lo scoppio della pandemia l’azienda aveva annunciato l’acquisto di nuovi aerei da inserire nella propria flotta.

Amazon sempre più in volo

A pochi mesi dal passaggio del testimone tra Jeff Bezos a Andy Jassy, il nuovo amministratore delegato, i trend in corso da anni non sono certo cambiati. La conquista dei cieli sembrerebbe essere fondamentale per Amazon, dal momento che già oggi il 70% degli americani abita a meno di 200 km da un aeroporto dove è attivo il servizio di aerei di Amazon Air. Oltre alla diffusione sul territorio con nuovi store fisici – l’annuncio è recente – l’azienda ha un piano strutturato anche a livello aereo. La crescita di questa specifica attività è salita del 17% soltanto nell’ultimo semestre.

Amazon però non si occupa soltanto di logistica ad alta quota. La società ha infatti investito in Rivian, startup USA specializzata nel campo della mobilità elettrica (e per molti osservatori prossima alla quotazione in Borsa), a cui ha ordinato qualcosa come 100mila furgoni elettrici da introdurre nella propria flotta.

Digiqole ad

davide

Articoli che potrebbero interessarti