Dentsu Creative arriva in città e da Milano promuove il nuovo trend della “mobilità gentile”

Si è svolto nella serata di ieri, 24 novembre, presso lo Spazio San Babila di Corso Venezia 2 a Milano, l’evento di lancio di DENTSU CREATIVE, la sigla creativa del gruppo dentsu guidata in Italia dal CEO & Chairman Emanuele Nenna e dal Chief Creative Officer Riccardo Fregoso.

Per l’occasione, l’agenzia che in Italia conta oggi su un organico di 250 persone, ha voluto porre l’attenzione e promuovere in città un nuovo trend in grado di impattare positivamente sul tessuto urbano delle città, con tutti i vantaggi che ne conseguono sia a livello sociale sia dal punto di vista ambientale: la “mobilità gentile”.

E lo ha fatto attraverso una iniziativa virtuosa: un contest creativo dal titolo “DENTSU CREATIVE Comes to Town” (link: https://dentsucreative.it/comestotown) aperto agli studenti delle scuole di comunicazione e dei master nelle discipline dell’advertising per creare una campagna di comunicazione volta a promuovere lo spazio urbano in quanto luogo d’inclusione e rispetto.

Organizzato in collaborazione con Accademia di Comunicazione, IED Milano, NABA – Nuova Accademia di Belle Arti, POLI.design, ALMED – Università Cattolica del Sacro CuoreUniversità degli Studi di Milano e il magazine online Perimetro,il contest ha visto la partecipazione di oltre 150 studenti provenienti da tutta Italia.

L’output richiesto era un video di 10” e un key visual dell’idea creativa o, in alternativa, una print out-of-home in due formati statici. Gli oltre 60 lavori creativi elaborati e presentati in gara dagli studenti sono stati valutati da una giuria interna a DENTSU CREATIVE, composta da tutte le expertise dell’agenzia, che ha decretato una prima shortlist di 20 lavori.

Durante l’evento, certificato Carbon Neutral grazie alla collaborazione con la startup Up2You, la presentazione di 10 progetti elaborati dagli studenti che hanno ricevuto una menzione di merito e la proclamazione di tre campagne vincitrici ex-aequo, visibili on air da ieri sera nei maxi-billboard di Piazza San Babila e, dal 25 novembre al 4 dicembre, grazie alla partnership con SEA, all’interno dei circuiti digitali degli aeroporti milanesi di Malpensa e Linate. Con una copertura totale di oltre 130 spazi ooh.

A firmare i tre progetti vincitori del contest: Dario Casazza, Madalina Tone, Fabiana Canamero e Vlad Sliusarenco​ (Accademia di Comunicazione di Milano), Elisa Casè, Lorenzo Vastola, Luca Montanari e Virginia Della Giorgia(Accademia di Comunicazione di Milano)e Marina Reitano(ISIA – Istituto Superiore Industrie Artistiche di Urbino).

“Per il nostro lancio ufficiale abbiamo deciso di collaborare e coinvolgere quelle realtà che tutti i giorni si impegnano a formare i giovani comunicatori del futuro: le università e le scuole di comunicazione. E abbiamo scelto un tema, quello della mobilità gentile, ancora poco esplorato e comunicato, che è coerente con la nostra idea di creatività non fine a sé stessa, ma capace di creare cultura, portare beneficio alla società e laddove possibile, inventare il futuro – ha dichiarato Emanuele Nenna, CEO & Chairman diDENTSU CREATIVE in Italia – Perché ciò avvenga si devono mettere in moto le idee e le energie dei giovani. Ed è proprio per questo che abbiamo deciso di coinvolgere le nuove generazioni, con l’obiettivo di fare di DENTSU CREATIVE il luogo in cui ogni creativo potrà trovare spazio e opportunità per realizzare il miglior lavoro della sua carriera”.

“Creatività, giovani talenti e una tematica socialmente e culturalmente rilevante come la mobilità gentile nelle nostre città. Sono gli ingredienti principali di questa prima iniziativa pubblica di DENTSU CREATIVE che racconta il nostro approccio internazionale di Modern Creativity – ha dichiarato Riccardo Fregoso, Chief Creative Officer di DENTSU CREATIVE in Italia – A nome di tutti i colleghi che insieme a me hanno valutato con attenzione i numerosi lavori presentati, voglio ringraziare e complimentarmi con tutti gli studenti che hanno partecipato al nostro contest con grande passione ed entusiasmo”.

Sul nuovo trend della “mobilità gentile” Authoriality ha condotto per DENTSU CREATIVE un’indagine dedicata agli atteggiamenti più detestati e ritenuti pericolosi da chi si muove in città. Effettuata con metodologia WOA (Web Opinion Analysis) su circa 1200 italiani di età compresa tra i 20 e i 50 anni, attraverso un monitoraggio online sui principali social network, blog, forum e community dedicate, l’indagine ha evidenziato come per gli uomini è inaccettabile vedere auto o mezzi condivisi parcheggiati su marciapiedi e strisce pedonali (34%), in particolar modo per i padri in giro con il passeggino o educatori che si devono occupare di pazienti in carrozzina o con disabilità, oppure imbattersi in persone in monopattino che circolano a zig zag in mezzo alla carreggiata (29%), in ciclisti al di fuori delle corsie loro dedicate, magari affiancati (26%); a chiudere la top 5 al maschile ci pensano coloro che non lasciano il posto ad anziani o signore sui mezzi pubblici (23%) echi abbandona shared-car e shared-scooter sporchi o in condizioni tali da non essere utilizzabili dal fruitore successivo (19%).

E cosa indispettisce invece di più le donne? Sul podio il fatto di salire dai mezzi pubblici senza dare la precedenza a chi deve uscire (43%), abbandonare i mezzi smart condivisi al di fuori della città (35%), attraversare la carreggiata dove non è possibile anche in bicicletta o in monopattino (28%). Chiudono la classifica la velocità eccessiva con cui si circola nelle aree pedonali (17%) e la maleducazione dei conducenti, sia di veicoli pubblici sia privati, che raramente lasciano attraversare i pedoni sulle strisce pedonali (12%). Dalla stessa indagine emergono anche le città italiane dove la mobilità risulta più maleducata secondo i cittadini: Roma si piazza al primo posto (61%), davanti a Milano (59%) e Napoli (55%), chiudono la top 5 Torino (52%) e Bari (47%).

Digiqole ad

Redazione

Articoli che potrebbero interessarti