Ecco F-Club, la prima vetrina digitale per lanciare online il business di artigiani e freelance attraverso il Digitale Gentile

Ecco F-Club, la prima vetrina digitale per lanciare online il business di artigiani e freelance attraverso il Digitale Gentile

Dal portfolio curato con il supporto di un team di esperti, alla partecipazione a eventi digitali, fino all’esposizione dei prodotti sulla vetrina online di Flowerista: F-Club è l’ambiente digitale di scambio, di condivisione, di confronto e di crescita personale per artigiani e freelance (ma non solo) che vogliono cogliere le opportunità offerte dal Digitale Gentile per lanciare il loro business online

Il racconto di due casi di successo provenienti dall’universo del ricamo antico e della voce: il lancio dell’e-commerce di gioielli Aembrosia Luxury Embroidery e della Sound Wonders Academy Voice.

Beatrice, fashion designer di 26 anni, Filippo, architetto di 34, Simona, insegnante di yoga di 53 e Chiara, artigiana di 39, hanno appena terminato un corso di formazione su cui hanno investito i loro risparmi per lanciare un business online. Cosa li accomuna? Il senso di smarrimento e la paura di sbagliare, ma soprattutto la voglia di affermarsi e affermare la propria attività nel web.

Con lo scopo di aggregare, aggiornare, offrire visibilità e organizzare eventi digitali di networking, Flowerista lancia F-Club (https://www.flowerista.it/f-club/), il primo programma di membership in Italia che accoglie creativi, artigiani, designer, freelance e professionisti provenienti dai più svariati settori che condividono la stessa filosofia: ispirati dal principio della gentilezza, tutti i membri possono attingere dalle storie degli altri nell’ottica di una cultura diffusa in cui “Sei tu stesso a portare valore all’interno dell’ecosistema Flowerista”, come sottolinea Sara Malaguti, ideatrice del brand Flowerista. Dietro le quinte la moderatrice gentile Valentina, community manager impegnata a coordinare le iniziative.

Storia e programma di F-Club

F-Club nasce nel 2020 – in piena pandemia da Covid-19 – come gruppo Facebook votato a un auto-supporto condiviso tra professionisti in difficoltà, uniti dalla volontà di reinventarsi online. A distanza di qualche mese, la realtà è diventata una community composta da oltre 350 membri, tutti con un portfolio digitale liberamente fruibile sulla sezione community (con una distinzione tra artigiani e freelance) di Flowerista.it e curato nei minimi dettagli – dalla fotografia ai tag – grazie al supporto di un team di professionisti guidato da Sara Malaguti, imprenditrice digitale ed ex borsista classe 1984.

A differenza dei tradizionali market place, che organizzano la ricerca delle schede per pricing,  la vetrina online di Flowerista.it non include i costi dei servizi e ordina i profili per mestiere, competenze e regione. I prodotti stessi dei membri, poi, possono essere esposti nella sezione boutique di Flowerista.it, galleria virtuale dell’anima dei brand. Il programma di membership e networking F-Club comprende una serie di altri servizi tra cui l’accesso a workshop mensili online, eventi di networking digitale, webinar, incontri live, newsletter, convenzioni speciali con altri professionisti o enti del settore, possibilità di proporsi per collaborazioni sul blog e/o dirette live e molto altro.

F-Club nasce per lasciare la parola a chi vuole raccontarsi. È relazione, collaborazione e sostegno reciproco. Freelance e liberi professionisti disorientati hanno tratto benefici da una piattaforma in grado di ottenere e offrire lavoro. È una situazione vincente per tutti” – dichiara Sara Malaguti – “Inoltre, la formazione e l’aggiornamento sono processi che ci accompagneranno per tutta la vita. Fare tutto questo insieme ad altre persone e in una modalità non convenzionale che mescola webinar, esercizi guidati e newsletter direttamente nella casella di posta, può rappresentare il giusto mix per proseguire, di settimana in settimana, nel Life-long Learning”.

Dalle passerelle di alta moda alle spose:  Aembrosia, il ricamo come forma d’arte contemporanea

La founder dell’e-commerce Aembrosia Luxury Embroidery Maria Francesca Broggini si è avvicinata alle tecniche di ricamo antiche durante il percorso di laurea magistrale e, terminati gli studi, ha iniziato a lavorare per diversi brand di moda, per aziende di design e per atelier di ricamo a mano d’alta moda. Conosce l’universo del digitale ma non utilizza i social media in modo efficace in ambito professionale “Lei aveva dentro il fuoco, anche se la sua arte è molto lenta”- ci tiene a sottolineare Sara Malaguti – “Aveva appena 28 anni quando si è rivolta a Flowerista per lanciare il suo progetto digitale”.  Oggi Maria Francesca ha lanciato online la sua collezione di gioielli e accessori per spose e ha ottenuto anche diversi riconoscimenti.

Flowerista mi ha aiutata ad individuare quella nicchia di mercato che non avevo mai preso in considerazione. Il team mi ha ascoltata, ha individuato e capito i miei punti di forza, colto la bellezza dell’anima del progetto e mi ha aiutata a tracciare un Business Plan strategico”, racconta la  designer e artigiana ricamatrice Maria Francesca. “Il Digitale Gentile si basa su valori che condivido, di etica e sostenibilità sia emotiva e personale che globale. Sara riesce a mettere in relazione questi valori con il mondo concreto del lavoro”.

Tra agosto e ottobre 2020 il progetto di Maria Francesca ha preso forma attraverso un naming, un sito e una collezione. L’adesione al programma F-Club l’ha sostenuta nel prendere sempre più consapevolezza di sé e del proprio valore e nel crearsi un seguito.

Da un approccio in presenza ad una palestra-studio-community digitale, l’evoluzione di SWAV: i Bagni di Gong come strumento per lo sviluppo della voce e della persona one to one, in gruppo o come workshop aziendali

Con la pandemia, l’attività lavorativa di Sara Usai, founder di Sound Wonders Academy Voice, ha subito un brusco arresto. “Il mio lavoro si svolgeva per il 100% in presenza e l’idea di trasferire il suono in digitale, con una conseguente perdita qualitativa dell’esperienza, mi poneva molti dubbi. Mi sono quindi rivolta a Flowerista per capire se la mia visione della voce come strumento potente per la crescita personale e con un approccio fortemente olistico e differente rispetto a quanto c’è fuori, poteva funzionare ugualmente” racconta Sara Usai, vocal coach, Gong Master e consulente.

Sara Usai nasce come Vocal Coach e Gong Master facendo della presenza live la sua firma e il suo successo. La consulenza di Flowerista l’ha aiutata a ripensare il modo per portare la sua attività nel digitale, con la conseguente evoluzione in una community curata da Sara Malaguti con incontri individuali, ma con la libertà di fruire in autonomia di materiali creati ad hoc in ogni percorso.

Sound Wonders Academy  non ha stravolto l’anima di Sara Usai, l’ha fatta emergere: la voce, i suoni e le vibrazioni sono i protagonisti di webinar sull’esercizio della voce individuali, di gruppo e aziendali che esplodono nella parte più istintiva e immediata: i Bagni di Gong come percorso di meditazione libera e creativa.

Sara si è riciclata generosamente: entrata in F-Club, ha invitato gratuitamente le persone provate, come lei, dalla pandemia, a rilassarsi con i suoi bagni di gong. Così facendo, si è creata un bacino di utenza. Il nostro merito è stato credere e supportare il “flip mentale” di Sara e fornirle gli strumenti utili per iniziare a esercitare online”, ha spiegato Sara Malaguti.

F-Club aiuta, quindi, i membri della community a muovere i primi passi all’interno di un mercato senza competizione, con l’obiettivo di creare dei punti di riferimento per le industry.

Digiqole ad

Davide

Articoli che potrebbero interessarti