Gli investimenti delle aziende europee nel Retail Media Advertising raggiungeranno gli oltre 25 miliardi di euro nel 2026

eRetailer e Marketplace svolgono un ruolo chiave nello sviluppo dell’e-commerce e nell’evoluzione del Digital Export, che si presenta oggi come una delle maggiori opportunità per la crescita delle imprese italiane. In occasione della quarta edizione di “Netcomm Focus Digital Export & Marketplace”, l’evento dedicato alle opportunità, alle novità e ai trend del settore, sono state portate sul palco testimonianze e casi di successo di imprese italiane, dei grandi marketplace e degli esperti del digital retail. 

I Marketplace hanno un peso e un ruolo chiave nello sviluppo dell’e-commerce e anche nello sviluppo del digital export delle aziende italiane, in particolare delle PMI. Guidano l’innovazione nell’e-commerce e nel Retail: ad esempio, hanno reso evidente a tutto il comparto del Retail che le attività e i ricavi da Retail Media sono una componente importante e crescente nel nuovo modo di fare commercio, tanto che si stima che le spese in Retail Media Advertising raggiungeranno i 25,1 miliardi nel 2026 a livello europeo. Inoltre, i marketplace sono stati i primi ad adottare l’intelligenza artificiale e le nuove tecnologie a supporto della Customer Experience e della sostenibilità economica dell’e-commerce”, commenta Roberto Liscia, Presidente di Netcomm.La crescita del digital retail e il ruolo dei Marketplace
Per accrescere il business di un’azienda è fondamentale cercare nuove occasioni di visibilità aprendosi a una platea internazionale: in questo processo il digitale si mette a disposizione in qualità di strumento di accelerazione e visibilità. I Marketplace, in particolare, guidano il percorso di innovazione nell’e-commerce e nel Retail, permettendo ad aziende locali di  vendere attraverso i propri canali internazionali online e mettendo a disposizione il proprio know-how. Grazie ai Marketplace è inoltre possibile sfruttare l’Intelligenza Artificiale e le nuove tecnologie non solo a supporto della Customer Experience, ma anche nell’ottica di accrescere la propria brand reputation in termini di sostenibilità economica, con la costruzione di nuove filiere green a sostegno dell’e-commerce che mettano disposizione dell’utente prodotti sostenibili a basso impatto ambientale.Le aziende europee stanno attualmente investendo nel Retail Digitale, una tendenza evidenziata dai numeri della spesa in Retail Media Adv, che ha visto un’evoluzione da 4,3 miliardi di € nel 2019 a 9,7 miliardi di € nel 2022, con una previsione di crescita fino a 25,1 miliardi nel 2026. Ma la spesa per il Digital Retail Media Advertising è cresciuta anche su scala mondiale, con un aumento da 57,12 miliardi nel 2019 a 114,36 miliardi nel 2022 e un’ulteriore previsione di crescita fino a 155,17 miliardi nel 2026 (1). In questo panorama sono proprio i principali Marketplace a detenere le quote maggiori.

AI, Social Media, Media Retail e Influencer nel Marketplace
A orientare le scelte d’acquisto degli utenti è l’online, entrato oggi a far parte dei canali preferenziali per raccogliere informazioni sui prodotti e sui brand. I consumatori dedicano sempre più tempo alla ricerca sulle piattaforme digitali e rispondono positivamente nei confronti di comunicazioni, prodotti e servizi personalizzati e ingaggianti. Tutto questo porta le imprese a porre una maggiore attenzione verso le strategie di marketing e verso l’utilizzo di nuove tecnologie che permettono di dare vita a esperienze d’acquisto coinvolgenti e customizzate.In occasione dell’evento Netcomm Focus Digital Export & Marketplace sono stati presentati anche i dati raccolti dalla ricerca condotta da Miravia (2), dal titolo “Marketplace and Innovations: What Italian E-shoppers Think”, che sottolineano ancora una volta l’importanza dei Marketplace ponendo particolare attenzione sul ruolo dell’intelligenza artificiale e delle nuove tecnologie come strumenti a supporto della Customer Experience, resa sempre più sofisticata grazie a suggerimenti personalizzati, dynamic pricing, chatbot e virtual try-on con strumenti di realtà aumentate. Secondo la ricerca, l’88% dei consumatori italiani sotto i 45 anni conosce le feature legate alla personalizzazione e alla virtualizzazione dell’esperienza di acquisto e il 51% dichiara di sfruttare il virtual try-on di prodotti della categoria beauty o fashion prima di procedere all’acquisto. Il 41% dichiara inoltre che il potenziamento dell’intelligenza artificiale supporta notevolmente l’esperienza di acquisto online in termini di assistenza al cliente e, infine, 1 italiano su 3 ritiene che i risultati di ricerca personalizzati siano in grado di fornire migliori raccomandazioni sui prodotti. 
 L’evento di oggi è stato realizzato con il supporto di Vtex come Main Sponsor, European Recycling Platform come Gold Sponsor e con il patrocinio di Confcommercio Milano – Lodi – Monza e Brianza.

Eventi e Report

Focus Ecommerce ON

Notizie correlate

Ariadne Group entra a far parte di DGS 

Continua il percorso di crescita e innovazione dell’azienda che, di recente, ha fatto il suo ingresso nel gruppo DGS, un grande operatore dell’information technology. Ariadne Group – un pool