I costi dei servizi cloud sono in aumento: come scegliere la migliore soluzione di produttività per l’azienda?

Di Ivan Gento ParienteInternational Marketing Manager Synology

Il continuo aumento dei costi delle piattaforme cloud sta portando a una trasformazione significativa del panorama tecnologico enterprise. Se le soluzioni SaaS hanno avuto un’impennata di popolarità durante la pandemia grazie alla loro flessibilità e convenienza, la crescita costante dei loro prezzi sta spingendo le aziende a rivalutare l’uso dei servizi cloud in ottica sia di sostenibilità economica che di effettiva risposta alle proprie esigenze. 

Con un aumento previsto del 20% della spesa degli utenti finali SaaS a livello mondiale per quest’anno, Gartner prevede che il 60% dei responsabili delle infrastrutture e delle operazioni si troverà ad affrontare un eccesso di costi nella spesa per i servizi di cloud pubblico, con un impatto negativo sui loro bilanci. L’adozione diffusa dei servizi di cloud registrata negli ultimi anni non ha fatto che aggravare la pressione finanziaria sui bilanci aziendali. 

Si tratta di una tendenza generale che coinvolge i principali attori del settore della produttività SaaS: Google Workspace, ha iniziato ad aumentare i prezzi dei piani di abbonamento del 20%, mentre Microsoft 365 si è mossa già nel 2023 con un aumento del 9% delle applicazioni per ufficio. Oltre agli aumenti dei costi, il settore sta affrontando anche la “shrinkflation SaaS”, ovvero la scelta dei fornitori di non cambiare i prezzi di listino, ma di offrire funzionalità ridotte alle stesse tariffe.

Di conseguenza, le organizzazioni possono trovare la loro strategia SaaS inadeguata, ed alcune realtà hanno ammesso uno scarso ritorno sugli investimenti nel cloud. Tuttavia, il passaggio da una suite di produttività SaaS a un’altra può comportare un costo importante, nonché il rischio di interruzioni operative. Infine, il rischio di vendor lock-in complica ulteriormente le cose, in quanto le aziende si legano ai piani esistenti, e questo rende ancora più difficile cambiare fornitore.

Per questi motivi, molte aziende stanno valutando la possibilità di implementare soluzioni di cloud privato on-premise come opzioni più stabili e convenienti nel lungo periodo. Gli strumenti di produttività SaaS possono offrire convenienza per alcuni aspetti, ma non sempre sono la scelta ottimale per gestire i carichi di lavoro aziendali critici a causa del controllo limitato che offrono sul server. Al contrario, le soluzioni di produttività in cloud privato come Synology Office Suite offrono uno spazio di lavoro unico e integrato per aiutare le aziende a mantenere, se non incrementare, la loro produttività.

Una suite di produttività completa on-premise con strumenti essenziali disponibili con un unico acquisto può offrire il completo controllo dei dati e degli strumenti di comunicazione e collaborazione, tra cui archiviazione cloud, sistemi di posta elettronica, gestione dei contatti, messaggistica istantanea, presa di appunti e applicazioni di collaborazione in tempo reale. 

In questo modo, le aziende possono mantenere il controllo totale su dati e applicazioni, beneficiandodi una soluzione efficiente dal punto di vista dei costi ed evitando le possibili interruzioni associate alla migrazione dei servizi a causa di cambiamenti del piano di abbonamento. Dando importanza alla proprietà e alla sicurezza dei dati senza costi di abbonamento ricorrenti, le aziende possono salvaguardare i propri dati e mantenere i propri livelli di produttività, indipendentemente delle fluttuazioni del mercato.

Eventi e Report

Focus Ecommerce ON

Notizie correlate

Ariadne Group entra a far parte di DGS 

Continua il percorso di crescita e innovazione dell’azienda che, di recente, ha fatto il suo ingresso nel gruppo DGS, un grande operatore dell’information technology. Ariadne Group – un pool