Sendcloud e Mollie collaborano per semplificare i resi a pagamento

Sendcloud e Mollie collaborano per semplificare i resi a pagamento

La fine dell’era dei resi gratuiti sembra essere vicina, dopo che Zara ha annunciato di voler far pagare i resi ai propri consumatori. Considerando che l’84% degli acquirenti online europei restituisce regolarmente un prodotto se non è soddisfatto, da anni i business online hanno difficoltà a gestire i resi. Oggi Sendcloud, la piattaforma internazionale di spedizioni per l’e-commerce attiva in 7 Paesi europei, ha annunciato di aver stretto una partnership con Mollie, uno dei fornitori di servizi di pagamento maggiormente in crescita in Europa, per semplificare il processo di restituzione a pagamento.

I resi costituiscono uno dei maggiori punti d’attrito nell’e-commerce: da una parte, ben il 48% dei consumatori europei dichiara che questi ultimi rappresentano una grande seccatura, dall’altra, molti negozi online vorrebbero gestirli in modo più efficiente per ridurne i costi e l’impronta ambientale dell’intero processo. Se, quindi, da un lato l’implementazione di una tassa di reso a carico del consumatore può aiutare a ridurre le spese e migliorare la sostenibilità, dall’altro doverla conteggiare manualmente ogni volta che si elabora un rimborso può essere un onere per i business online.

Resi a pagamento facili e veloci

Attraverso una partnership esclusiva con Mollie, Sendcloud ha lanciato la funzionalità dei resi a pagamento: i commercianti che utilizzano il portale resi di Sendcloud possono ora abilitare il pagamento dei resi tramite Mollie per poter elaborare la restituzione della merce. La nuova funzione consente così ai negozi online di addebitare automaticamente e senza sforzo ai clienti il prezzo del reso, offrendo allo stesso tempo un servizio facile e veloce per i consumatori.

Come funziona la nuova feature dei resi a pagamento?

  • Per i commercianti: I commercianti che utilizzano Sendcloud per le loro spedizioni potranno facilmente aggiungere il portale resi sul loro store online per offrire un’esperienza di reso semplice ed intuitiva ai propri clienti. I commercianti saranno così in grado di attivare i resi a pagamento collegando il proprio account Mollie a Sendcloud e di utilizzare alcune “regole di restituzione” intelligenti per gestire l’addebito dei resi. Per gli esercenti non ancora in possesso di un account Mollie, la creazione e la configurazione sono semplici, facili e offrono un supporto immediato.
  • Per gli acquirenti: Gli acquirenti possono creare facilmente un reso utilizzando il portale resi Sendcloud. Dopo aver inserito un reso, gli acquirenti saranno reindirizzati alla pagina di pagamento dove potranno selezionare il metodo di pagamento preferito. Una volta accettato il pagamento, sarà possibile scaricare un’etichetta per la spedizione della merce.

I commercianti spesso credono che il processo di reso sia un vero e proprio grattacapo e da anni sono alle prese con l’aumento dei costi dei resi. Tuttavia, dopo l’annuncio di Zara di iniziare a far pagare i resi ai consumatori, la fine di un’era sembra essere vicina“, ha dichiarato Rob van den Heuvel, CEO e co-fondatore di Sendcloud. “Siamo orgogliosi di collaborare con Mollie per semplificare la complessità dei resi a pagamento. Consentendo alle aziende online di elaborare facilmente le spese di reso utilizzando un’ampia gamma di opzioni di pagamento in tutta Europa, siamo in grado di offrire sia ai consumatori che ai commercianti un processo di reso semplificato ed efficiente.

Mollie lavora costantemente per offrire la migliore esperienza di pagamento ai propri clienti, in modo che possano così prosperare nel panorama e-commerce“, ha dichiarato Ken Serdons, Chief Commercial Officer di Mollie. “É cresciuta notevolmente la necessità di dotarsi di un processo di reso a pagamento facile, continuativo ed efficiente, e noi di Mollie siamo lieti di collaborare con Sendcloud per contribuire a soddisfare quest’esigenza“.

Digiqole ad

Redazione

Articoli che potrebbero interessarti