I 6 consigli di idealo per risparmiare sugli acquisti online 31 ottobre, Giornata Mondiale del Risparmio

Come ogni anno, il prossimo 31 ottobre si celebrerà la Giornata Mondiale del Risparmio, istituita nell’ottobre del 1924 in occasione del 1° Congresso Internazionale del Risparmio per promuovere un uso migliore, individuale e sociale, della ricchezza.  

Una ricorrenza, quest’anno più importante che mai, dato che l’inflazione non cenna ad arrestarsi neanche online. Basti pensare che nel corso del 2023, il 66% delle categorie di prodotto sta registrando prezzi più elevati rispetto al 2022.

Tuttavia, anche in un tale scenario economico, risparmiare è ancora possibile. idealo (www.idealo.it) – portale internazionale leader in Europa nella comparazione prezzi – ha raccolto alcuni consigli per aiutare gli Italiani a risparmiare online in modo semplice ed immediato. 

  • Monitorare l’andamento dei prezzi onlinee, possibilmente, acquistare quando sono più bassi. Il costo dei prodotti online varia frequentemente nel corso dell’anno e le fluttuazioni dei prezzi, il cosiddetto dynamic pricing, possono trasformarsi in un vero e proprio alleato del risparmio. Esaminando l’andamento dei prezzi in questo periodo dell’anno, ad esempio, si scopre che al momento i prezzi medi di smartphone, smartwatch, TV, cuffie, scarpe outdoor e LEGO sono attualmente in calo. Al contrario, scarpe da ginnastica, computer portatili, console, tablet e giacche da esterni stanno registrando prezzi medi in aumento.
  • Confrontare i prezzi online. I portali di comparazione consentono di confrontare le offerte per uno stesso prodotto su vari shop e individuare le vere occasioni. Non solo, su idealo, impostando il prezzo desiderato per un articolo, si può ricevere una notifica via app oppure e-mail non appena questo viene raggiunto. Le principali categorie di prodotto su cui gli italiani hanno attivato questo monitoraggio nel corso dell’ultimo anno sono stati gli smartphone (il 15% di tutte le attivazioni complessive), seguite dai televisori e dagli smartwatch.
  • Valutare alternative affini. Spesso lo stesso prodotto in un colore diverso può costare di meno. Prendendo come esempio gli smartphone, in media, un modello turchese può costare fino a 40 euro in meno rispetto ad un modello scuro, mentre uno smartphone rosso o arancione fino a 35 euro in meno. Sui prodotti di elettronica, inoltre, se non si sta cercando l’ultima novità presente sul mercato, è possibile risparmiare ulteriormente acquistando i modelli precedenti.
  • Approfittare dei ribassi offerti a novembre. Novembre è ormai da qualche anno il mese delle vere offerte per eccellenza. Basti pensare che, considerando le top-100 categorie presenti sul portale italiano di idealo, nel 2022 ben 57 hanno avuto un prezzo medio mensile più basso proprio durante questo mese, rispetto a ottobre e dicembre dello stesso anno. Gli sconti del Black Friday, infatti, non si palesano solo l’ultimo venerdì di novembre ma spesso cominciano già ad inizio mese tanto che gli esperti del settore parlano ormai di Black Month. In dettaglio, se consideriamo l’ultimo trimestre dell’anno, le 10 categorie di prodotto che di solito costano meno a novembre sono: televisori, maglioni bambino, LEGO, stivali moto, giacche moto, giacche outdoor, smartwatch, schede video, giacche & cappotti donna, tute sportive.
  • Confrontare i prezzi anche nei negozi fisici. La comparazione prezzi non è disponibile solo online. L’app di idealo, infatti, mette a disposizione la funzione “scanner codice a barre” grazie alla quale è possibile comparare i prezzi anche in negozio. Basta scansionare il codice a barre del prodotto fisico che si vuole comparare e l’app mostrerà i prezzi dello stesso prodotto tra i vari shop che lo offrono in vendita online. In questo modo sarà possibile stabilire se convenga effettuare l’acquisto in negozio o se sia più conveniente procedere con un acquisto online.
  • Essere flessibili. Ci sono dei periodi dell’anno deputati a determinati acquisti, in cui è difficile prescindere dalla stagionalità o dall’utilità immediata dei prodotti. Purtroppo, però, questa attitudine fa sì che si spenda molto più di quanto sarebbe possibile monitorando i costi e acquistando in modo flessibile solo quando questi sono effettivamente vantaggiosi. Basti pensare che solo nel 9% dei casi si acquista nel mese in cui i prodotti consentono i risparmi maggiori.
Digiqole ad

Redazione

Articoli che potrebbero interessarti