L’ultima moneta: quali criptovalute saranno ancora in circolazione tra 10 anni?

L’ultima moneta: quali criptovalute saranno ancora in circolazione tra 10 anni?

Se le criptovalute finiscono per seguire le orme del boom delle dot-com, tra 20 anni ci saranno una manciata di giocatori rimasti in piedi dall’affollato mercato di oggi dopo una sorta di crollo in futuro.

Se le criptovalute finiscono per seguire le orme del boom delle dot-com, tra 20 anni ci saranno una manciata di giocatori rimasti in piedi dall’affollato mercato di oggi dopo una sorta di crollo in futuro.

Se prendiamo una visione più ampia delle modalità economiche, questa sembra un’eventualità. Il vantaggio del second mover – l’idea che le aziende che seguono il primo ad entrare in un mercato possano costruire sulle basi del first mover – potrebbe significare che Bitcoin potrebbe essere soppiantato da un’altra valuta, come Ethereum o qualche altra criptovaluta che deve ancora entrare nel mercato.

Inoltre, il modello 80:20; una regola empirica approssimativa per descrivere le distribuzioni, significa che il 20% più ricco delle aziende di un settore raccoglie l’80% del fatturato totale. Con questo in mente, le 4.000 valute che vediamo oggi scenderanno probabilmente a circa 800 valute significative (supponendo di aver già raggiunto il picco) che domineranno l’80% del mercato.

Quindi la domanda è: quali criptovalute di oggi sopravviveranno alla tempesta e saranno annunciate come prossime Amazon del mondo? E quali saranno consegnate alla storia, come il caso dello sfortunato Pets.com.

Un mercato sovraffollato

Con ben 1.700 criptovalute già dichiarate “morte” entro novembre 2020, ci sono attualmente circa 4.000 criptovalute sul mercato. Se confrontiamo questo con il boom delle dot-com della 

fine degli anni ’90, una volta c’erano migliaia di società di e-commerce che miravano a conquistare il dominio online.

Oggi, tre dei più grandi giocatori al mondo sono emersi dall’eventuale crash: Google, Amazon e PayPal. I fallimenti delle dot com potrebbero aver aiutato le aziende a reindirizzare gli sforzi verso la creazione di reti online per riunire le persone, come Facebook e Uber.

È probabile che Crypto affronti un destino simile, con i vincitori e i vinti del settore che corrono tutti verso i propri inevitabili destini.

È possibile dire che la criptovaluta sia sulla strada per un “boom and bust” in stile Dot-com grazie ai nuovi investitori in criptovalute che sono aumentati nell’ultimo anno circa?

Anna Chertoc — Swapzone

Queste due situazioni sono molto simili poiché la criptovaluta è ora accessibile sia alle aziende che ai singoli investitori. È questa l’accessibilità e le dinamiche di crescita che consentono di confrontare i due boom. Poiché il numero di utenti del settore crypto aumenta ogni giorno, la loro fiducia e fiducia nella valuta digitale stanno crescendo.

La fase successiva, a cui stiamo assistendo ora, è la fusione del mercato delle criptovalute e degli strumenti finanziari tradizionali. E fin d’ora, possiamo dire che la criptovaluta è diventata parte integrante della vita di tutti i giorni non solo per le singole comunità o per i fanatici del crypto, ma per chiunque sia interessato alla finanza e agli investimenti in tutto il mondo “.

Lennart Clausen — Skilling

Ci sono evidenti somiglianze, e forse una delle più ovvie è il“ FOMO ”((fear of missing out). Ma anche, in particolare tra gli investitori istituzionali, credo che negli ultimi 12-24 mesi si siano resi conto che il mercato delle criptovalute e la tecnologia blockchain sono qui per restare e che devono essere investiti ”

Jean Yves — Deriv

Non credo che le parole” boom o bust “siano rilevanti per ciò che sta accadendo. A mio avviso, ciò a cui stiamo assistendo è il passaggio dal sistema finanziario legacy (banche centrali, banche commerciali, borse valori, agenti di borsa, Visa, Mastercard, SWIFT) a un nuovo sistema finanziario.

È simile al passaggio da cavalli e carrozze ai veicoli a motore, o al passaggio dalla comunicazione fax e telex alla posta elettronica. Ci saranno alti e bassi lungo il percorso, ma la transizione complessiva è una tendenza a lungo termine “.

Paul Sokolov — Guarda

Anche se molti paragonano la criptovaluta al boom delle Dot-com, non credo che siano così simili. Blockchain, secondo me, è una delle scoperte più importanti nella storia umana. E sì, se pensiamo a lungo termine, probabilmente non tutti i progetti sopravviveranno tra 15-20 anni, ma quelli più solidi e sicuri rimarranno.

Nonostante il boom delle dot-com sia stato piuttosto frenetico e folle, ha avuto un impatto positivo sull’intero settore: sono stati fatti enormi investimenti nelle infrastrutture. Quelle successive sono state utilizzate dalle società emerse dopo il boom delle Dot-com, il che è stato molto utile per la crescita del settore“.

Pavel Matveev — Wirex

Come si è visto negli ultimi mesi durante la corsa al rialzo, il cambiamento delle normative e il lungo e positivo percorso di performance di Bitcoin significa che c’è un enorme numero di investitori istituzionali coinvolti mentre cercano di diversificare i loro portafogli, il che ha aiutato sia BTC che ETH per raggiungere nuovi massimi storici nell’ultimo mese. Tuttavia, le criptovalute, e precisamente BTC ed ETH, sono state storicamente estremamente volatili, con i loro massimi seguiti da minimi considerevoli.

L’aumento dei tassi di adozione ha anche portato all’emergere di un gran numero di società legate alle criptovalute, per le quali ci saranno anche vincitori e vinti.

In Wirex, ci siamo posizionati bene sul mercato per garantire che rimarremo un attore di primo piano nello spazio dei pagamenti digitali e abbiamo scalato rapidamente ma in modo sostenibile per mantenere questa crescita. Siamo nati dalla convinzione che l’economia digitale sia il futuro della finanza e abbiamo creato un servizio che aiuta gli utenti a utilizzare le criptovalute nella vita di tutti i giorni “.

Un nuovo ordine mondiale?

Il dollaro USA è stato la valuta di riserva mondiale per circa sei decenni, la storia, tuttavia, ci mostra che alla fine tutte le cose passano. La mia teoria è che gli Stati Uniti preferirebbero che Bitcoin (o un’altra risorsa digitale) diventasse la valuta di riserva mondiale piuttosto che consegnare questa corona a un’altra nazione, come la Cina.

Se adottiamo una visione ampia della storia, possiamo trovare alcuni momenti spartiacque in cui la tecnologia ha cambiato radicalmente la società umana. Uno di questi è la stampa che ha ampliato in modo massiccio l’alfabetizzazione e la condivisione della conoscenza e ha indebolito il potere della Chiesa (nel bene e nel male), mentre un’altra invenzione molto più tarda sono gli effetti di rete di Internet, che tutti possiamo cambiamento di paradigma nel modo in cui viviamo le nostre vite.

Credi che un giorno Bitcoin potrebbe sostituire il dollaro USA come valuta di riserva mondiale?

Anna Chertoc — Swapzone

Un giorno potrebbe diventare la nostra realtà, ma temo che anche con il nostro ritmo di vita abbiamo ancora molta strada da fare. Il dollaro è una valuta stabile che soddisfa gli standard aurei da oltre un secolo. Quanto tempo impiegherà la criptovaluta per sostituirla è ancora una domanda aperta. Tuttavia, quello che possiamo dire con certezza è che la criptovaluta è destinata a diventare una delle principali risorse nel prossimo futuro “.

Lennart Clausen — Skilling

No. Non riesco a immaginare un mondo in cui i governi e le banche centrali perdano completamente il controllo sulla politica monetaria, in particolare la Federal Reserve. In realtà, nell’orizzonte di 1-5 anni penso sia una maggiore possibilità che alcune di queste istituzioni provino almeno a fare il contrario regolando (e in alcuni casi vietando) lo sviluppo e l’uso delle criptovalute.

Tuttavia, quello che credo è che ci sia una possibilità che le valute digitali controllate dallo stato (cioè il DCEP cinese) possano, e probabilmente diventeranno, un’alternativa al dollaro USA come valuta di riserva.

Se sbaglio, allora il mio “migliore scenario” per Bitcoin è che può diventare un “oro digitale” che le banche centrali possono utilizzare per sostenere le loro valute legali.

Jean Yves — Deriv

Sì, credo che il sistema finanziario legacy sia troppo inefficiente, costoso, macchinoso e inadatto all’economia moderna. Le criptovalute prenderanno gradualmente il sopravvento “.

Paul Sokolov — Guarda

Il bitcoin è davvero unico nel suo genere, ma quando si parla di economia mondiale, non credo che possiamo ignorare l’importanza di una valuta fiat stabile. Non solo per le operazioni di pagamento. Una delle funzioni più importanti del denaro è la regolazione dell’economia e Bitcoin è ancora abbastanza lontano dall’essere in grado di controllare l’economia mondiale.

Bitcoin è chiamato oro digitale per molte ragioni. Tuttavia, non pagheresti con l’oro a causa degli alti costi di transazione, giusto? C’è molta strada da fare per Bitcoin per diventare l’agente di riserva mondiale; perché ciò avvenga, deve acquisire liquidità e un maggior numero di controparti professionali, ad esempio custodie sicure.

Quando si tratta di una delle funzioni più importanti del denaro – essere un mezzo di scambio e facilitare le transazioni – Bitcoin potrebbe sicuramente sostituire l’USD. Tuttavia, con le fluttuazioni dei prezzi che osserviamo al momento, anche questo è improbabile “.

Pavel Matveev — Wirex

L’adozione delle criptovalute è cresciuta a un ritmo straordinario negli ultimi dieci anni e si prevede che raggiungerà oltre 63 milioni di utenti entro la fine del 2020.

Tuttavia, una delle principali aree di scetticismo nei confronti di Bitcoin e altre criptovalute è la sua mancanza di regolamentazione da parte degli enti governativi, data la sua natura decentralizzata. Questo, combinato con la sua volatilità, significa che alcuni paesi e governi potrebbero essere contrari a questo.

In effetti, ci sono stati alcuni paesi, come la Nigeria e l’India, che hanno cercato di limitare l’uso delle criptovalute, con molti che hanno ancora una visione molto conservatrice quando si tratta di Bitcoin, semplicemente a causa della sua percezione come qualcosa che solo le persone tecnologicamente esperte usano.

Tuttavia, ci sono enormi vantaggi nei pagamenti crypto e i governi sarebbero sciocchi ad ignorare il potenziale dei bassi costi di transazione e il far parte di un’economia mondiale interconnessa. Pertanto, piuttosto che Bitcoin, è più probabile che emergano stablecoin per sostituire il dollaro USA come valuta di riserva mondiale, e gli enti governativi si adopereranno per svilupparli sotto il loro controllo per mantenere la loro posizione di potenza finanziaria globale“.

Pensi che Bitcoin e blockchain cambieranno radicalmente la finanza, le imprese e il nostro stile di vita?

Bitcoin ha un vantaggio fondamentale su ogni altra criptovaluta: è stata la prima. Tuttavia, nel gioco dell’innovazione, il secondo topo tende a prendere il formaggio.

Facebook non è stato il primo social network, ma oggi è l’attore dominante – non è un caso. Ha ottenuto questo risultato imparando dai tentativi dei suoi predecessori, come MySpace, creando un social network accessibile a un numero maggiore di persone, cioè non nerd di Internet, ha inghiottito praticamente l’intero mercato.

Anna Chertoc — Swapzone

Assolutamente. Inoltre, sta già accadendo in questo momento e stiamo assistendo alla rivoluzione del settore finanziario nella modalità online. Blockchain non è più solo mainstream: fa parte della nostra vita, che ci piaccia o no. E quello che stiamo vedendo ora è solo l’inizio. L’introduzione di tali tecnologie e la ricerca di modi per implementarle praticamente è un processo piuttosto lungo e graduale.

La nostra missione è accelerare e semplificare l’integrazione degli strumenti finanziari a supporto delle criptovalute nella nostra vita. È nel nostro interesse fornire servizi di alta qualità in modo che il processo di adattamento vada più veloce con la criptovaluta che diventa affidabile come gli strumenti finanziari tradizionali “.

Jean Yves — Deriv

Sì, le criptovalute cambieranno il sistema finanziario. Chi vuole andare a cavallo quando è disponibile un’auto o utilizzare un fax quando è disponibile la posta elettronica? ”

Paul Sokolov — Guarda

Secondo me, l’hanno già fatto. Con l’emergere del concetto di blockchain, l’intero sistema di archiviazione e gestione delle informazioni è cambiato, eliminando la necessità di intermediari e abbattendo i costi. Anche il sistema finanziario è cambiato molto per quanto riguarda i servizi finanziari (ma non la regolamentazione finanziaria).

Attualmente è possibile inviare, ricevere, archiviare, acquistare, vendere, scambiare criptovaluta e guadagnare premi all’interno di un sistema trustless che non necessita di terze parti per eseguire un’azione, dove tutto è regolato da smart contract. Chi potrebbe immaginare che ci sarebbe denaro digitale che non solo può essere utilizzato per acquistare beni e servizi ma anche per prendere parte alla vita di una blockchain?”

Pavel Matveev — Wirex

Molte persone stanno già iniziando a riconoscere i vantaggi che le criptovalute hanno rispetto ai pagamenti tradizionali, quindi gli atteggiamenti pubblici stanno sicuramente iniziando a cambiare. La finanza decentralizzata presenta una serie di vantaggi che offrono una vasta gamma di casi d’uso nella vita e nei processi di tutti i giorni.

Una delle aree principali in cui prosperano Bitcoin e altre criptovalute sono i pagamenti e le transazioni all’estero. Sebbene le banche tradizionali possano avere le risorse per svolgere questo compito, non hanno la velocità. Spesso nati da diverse acquisizioni e gravati da molteplici obblighi normativi, semplicemente non riescono a soddisfare la necessità di semplificare i processi e ridurre i costi con la loro infrastruttura, con metà delle banche che ammette di aver lottato con questo problema. Sebbene le opportunità di profitto siano presenti, i pagamenti transfrontalieri saranno sempre e solo una piccola parte dei bilanci della maggior parte delle grandi banche. Il valore per le fintech più piccole e mono-focus è abbastanza significativo da rendere il segmento attraente, il che significa che più opzioni di criptovaluta si evolveranno per questo scopo. Potrebbe arrivare a un punto in cui effettuare transazioni all’estero in criptovaluta diventa la norma, semplicemente perché è più veloce ed economico.”

Il mercato oggi

Ora, tornando al presente c’è stata l’onnipresente raffica di speculazioni su dove si stiano dirigendo Bitcoin e il mercato delle criptovalute. Mentre siamo qui, abbiamo deciso di chiedere ai nostri relatori quale potenziale hanno visto nella corsa al rialzo degli ultimi tempi.

Con i nuovi massimi storici che vengono superati ogni giorno, per quanto tempo credi che durerà questo mercato rialzista?

Anna Chertoc — Swapzone

Il mercato delle criptovalute è ora piuttosto volatile, con gli speculatori che aumentano in massa, facendo muovere i prezzi e volendo incassare su di esso. Tuttavia, nonostante questa narrativa qui e ora, riteniamo che i prezzi continueranno a salire man mano che le risorse digitali prolifereranno a livello globale “.

Lennart Clausen — Skilling

La parte divertente e spaventosa di queste mosse folli è che nessuno sa per quanto tempo e lontano durerà, e la mia ipotesi è buona o cattiva quanto quella di chiunque altro. Ma credo che una correzione/crash avverrà già quest’anno, forse nella seconda metà, quando si spera che le nostre vite tornino a qualcosa di vicino alla normalità“.

Jean Yves — Deriv

Il mercato rialzista continuerà a funzionare finché non potrò acquistare uno Starbucks o prenotare un Uber utilizzando le criptovalute. Allora sarà diventato mainstream e sarà il momento di vendere “.

Paul Sokolov — Guarda

A dire il vero, non sono in grado di fare previsioni di alcun genere. Vediamo come andrà a finire alla fine e speriamo in più record di ATH. Credo che l’adozione delle criptovalute sia molto più importante delle variazioni di prezzo, anche se riflettono la popolarità e l’adozione delle risorse “.

Pavel Matveev — Wirex

Nel medio-lungo termine, sono ottimista per BTC ed ETH. Negli ultimi mesi, abbiamo visto spesso nuovi massimi storici, ma questi sono stati spesso seguiti da consolidamenti e correzioni, mostrando la volatilità delle criptovalute. Tuttavia, questo non è diverso da quello che abbiamo visto nella corsa al rialzo del 2017.

Pertanto, non credo che il rally sia finito e con un numero enorme di investitori istituzionali che si affollano per diversificare i loro portafogli e investire in criptovalute, oltre a una maggiore consapevolezza tra un pubblico mainstream che crea un senso di FOMO, è probabile che questo slancio continuerà e potremmo essere sulla buona strada per un prezzo BTC di $100.000. “

Digiqole ad

Maria Shadey Piardi

Content Specialist | Beauty Enthusiast

Articoli che potrebbero interessarti